Valutazione qualitativa Giochi Bimbi (Progetto di Volontariato Partecipativo)

Il giorno 22 maggio 2011 (domenica), alle ore 10,30, un gruppo di esperti (3 bimbi, 2 mamme, 2 nonni, un tecnico architetto), si sono attivati per valutare alcuni giochi bimbi della città di Sesto San Giovanni. L’obbiettivo è quello di fornire un quadro quanto più esaustivo possibile della situazione attuale di queste fondamentali attrezzature pubbliche cittadine.

La mappa complessiva dei giochi bimbi di Sesto è stata pubblicata su google maps ed è quella quì sotto riportata.

Per comodità si è scelto il metodo della foto con commento, che evidenziano il danno puntuale delle apparecchiature e descrivono le principali problematiche di ogni singolo gioco e/o intorno. Vengono presentati, per brevità solo due casi esemplari. Di seguito alcune osservazioni sommarie su altri giochi bimbi sestesi. Successivamente (sempre di seguito) verrà sviluppato il progetto di Volontariato Partecipato da noi proposto, con i relativi costi.

GIOCHI MATTEOTTI : Voto 4 = Sporcizia, degrado dei giochi, poca sicurezza

GIOCHI BANDIERA : Voto 5  = Giochi danneggiati , sporcizia

E poi alcune osservazioni su altri Giochi Bimbi, giusto per non allungare troppo questa presentazione e dimostrare che quelli descritti sopra sono fenomeni diffusi.

GIOCHI MANTOVANI : Voto : 6 – =  Sporcizia ed insicurezza

GIOCHI VIALE GIARDINI : Voto 5 – = Sporcizia, insicurezza

GIOCHI CESARE BECCARIA : Voto 5 1/2 = Sporcizia, insicurezza

GIOCHI CESARE DA SESTO : Voto 6 – = Giochi danneggiati, insicurezza

PROGETTO

L’idea, nata durante il sopralluogo di oggi dei giochi bimbi di Sesto San Giovanni, è di segnalarne il degrado, lo stato di incuria ed in particolare la poca pulizia, soprattutto durante i fine settimana e di proporre una soluzione progettuale. Le foto, come vedrete testimoniano di una vera e propria discarica di rifiuti. Quindi, data la grande carenza di fondi da parte delle Amministrazioni locali, si potrebbe pensare ad una struttura di volontariato di cittadini (sempre attiva), che si rendono responsabili della pulizia (durante i week-end) e della sistemazione dei giochi (durante la settimana). E magari anche del loro abbellimento, in modo che siano più accoglienti. Il comune potrebbe fornire i mezzi (un furgoncino elettrico), gli attrezzi ed i materiali. Magari il tutto sponsorizzato da privati. I cittadini potrebbero anche abbellire le zone giochi bimbi con fiori ed installazioni, ci potrebbero anche essere dei premi annuali per le migliori realizzazioni (votate dai bimbi e dalle mamme). La gente (anziani, giovani, nonni, ecc.) potrebbe rendersi disponibile in un sito del Comune (creato ad hoc con programmi free), dando le competenze e gli orari. Sito adatto anche a dibattiti e suggerimenti tra i volontari e/o con i cittadini. I costi sarebbero minimi per il comune e dovrebbero comprendere l’assicurazione dei partecipanti, che saranno coordinati da un gruppo di 2/3 persone del Comune (già dipendenti comunali), con riunioni mensili di coordinamento. Il modello di riferimento possibile, potrebbe essere quello delle Guardie Ecologiche del Parco Nord, ma anche quello dei Gardener of Central Park di New York, che collaborano alla manutenzione di alcun parti del parco, con il Settore Manutenzione del Verde di New York City.

Si prevedono, con un calcolo sommario di spesa, prima di eventuali sponsorizzazioni, i seguenti capitoli di oneri:

  1. Furgoncino elettrico, Tipo KANGOO Z.E. circa 24.500 euro;
  2. Attrezzi vari (decespugliatore, vanghe, rastrelli, palotti, ecc.) circa 3.000 euro (una tantum);
  3. Manutenzione mezzi ed accessori 1.000 euro (annuale);
  4. Materiali per ripristini circa 3.000 euro (annuale);
  5. Vestiario circa 2.000 euro (una tantum);
  6. Assicurazioni circa 2.500 euro (annuale);
  7. Varie (premi, volantini, segnaletica, ecc) circa 1.000 euro (annuale)

Totale spesa complessiva circa 37.000 euro………..        Con il rispetto del copyright delle immagini selezionate

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sesto San Giovanni. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Valutazione qualitativa Giochi Bimbi (Progetto di Volontariato Partecipativo)

  1. Francesco ha detto:

    Mi piace, che bel lavoro!

  2. Lino ha detto:

    lavoro ben documentato.Anche con poche parole si può raggiungere la piena comprensione del problema. voto : 10+

  3. Marta ha detto:

    Bellissimo lavoro,mi spiace non aver partecipato.Sarebbe importante secondo me pensare anche alla qualità e alla tipologia di giochi proposti.in nessun parco di sesto ho mai visto tavoli e panche per i bambini per poter fare giochi da tavolo.E’importante secondo me che i giardini non vengano vissuti solo come momento di “sfogo” dei più piccoli ma come momento di aggregazione.per i piccolissimi invece sarebbe bello trovare delle sabbiere che con una buona organizzazione di volintarlato come quella da voi descritta potrebbe tenere regolarmente pulita.anche questo e’ un gioco che per i bambini sotto i tre anni e’ davvero importante perché stimola la capacita’ dei travasi,della manipolazione,della concentrazione ecc(i parchi gioco in trentino ne sono un esempio).

  4. Dario ha detto:

    Grazie a tutti

    • Davide Tramma ha detto:

      Soprattutto è l’idea di usare l’auto elettrica per svolgere funzioni di pubblica utilità che suona bene.
      Bravo Dario.

  5. Pingback: Eutanasia di un MoVimento | Sesto San Giovanni MoVimento 5 Stelle

  6. Gino ha detto:

    Un lavoro splendido Dario e cosi ben documentato. Si potrebbero dire tante cose ma voglio evidenziarne una, dalla quale ne conseguirebbero molte altre. Rifiuti, tanti rifiuti documentati e non un accenno alla differenziazione. E’ vero che Sesto San Giovanni è città votata all’ incenerimento ma con poca spasa e un poco di cultura alla differenziazione, con idonei contenitori per fruitori, quali bambini, genitori, nonni, passanti, sarebbe un messaggio educativo enorme tanto per i bimbi quanto per coloro che bimbi sono stati.

  7. Lucio Barbiera ha detto:

    Magari organizzare occasionalmente la pulizia di tutte le scritte vandaliche.

    Per migliorare la qualità di chi sta all’interno dei giardini pubblici, è opportuno fare un’adeguata LOTTA alle ZANZARE. Ci sono due maniere BIOLOGICHE:

    1) Mettere del RAME dove c’è dell’ACQUA STAGNANTE nei tombini e nelle fontane; poiché le zanzare per riprodursi depongono le uova dove dove c’è acqua stagnante. Di rame ne basta pochissimo perché si ossida.
    Ciò nuoce alle zanzare perché si crea il VERDERAME, sostanza velenosa per le zanzare, perché impedisce lo sviluppo del guscio protettivo.

    2) Mettere delle TANE per i PIPISTRELLI, le cosiddette BATBOX, visto che i pipistrelli sono loro predatori naturali. I quali mangiano circa 2.000 ZANZARE A NOTTE (l’ho letto sul Corriere della Sera di giugno 2010).
    Questa cosa è stata già fatta al Parco Nord e presso i comuni di Saronno (Va), Corsico (Mi) e Opera (Mi).
    Maggiori indicazioni sul come devono essere fatte, dove posizionate ecc. potete trovarle nel sito dell’università di Firenze:
    http://www.msn.unifi.it/CMpro-v-p-468.html%5B/i%5D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...