Il Popolo di Beppe Grillo

Ho comprato, a Cesena, durante Woodstock, un libro, che mi sembra molto interessante. Si tratta di uno studio sociologico sui meetup di Beppe Grillo, che alla luce, anche di quello che stà avvenendo (una crescita esponenziale che necessita di essere interpretata per dargli una struttura organizzativa “disorganizzata” al punto giusto), mi sembra restituire degli spunti, ancora oggi attuali, di cui tenere conto. Anche per costruire un futuro di vera democrazia dal basso, che è ben lungi dall’essere attuata sia da Beppe che dal suo Staff. Posto qui, quindi, gli spunti e le valutazioni più interessanti.  Riflettiamo assieme su questi dati.

Francesco Orazi e Marco Socci – Il Popolo di Beppe Grillo – Ed. Cattedrale , Ancona 2009

1)      GENERE DEGLI ISCRITTI AI MEETUP = 73,4% Uomini – 26,6% Donne

2)      CONDIZIONE PROFESSIONALE DEGLI ISCRITTI AI MEETUP = Inattivi 20,6% (studenti universitari 14,4% – studenti scuola superiore 0,4% – dottorandi di ricerca 0,9% – disoccupati 4,9%) – Attivi a termine 12% – Attivi a tempo indeterminato 36,1% – Lavoratori autonomi 21,5% – Altro 9,4%

3)      COME SEI ENTRATO A FAR PARTE DEI MEETUP = Attraverso il blog di Beppe Grillo 56,7% – Dopo uno spettacolo del Beppe 13,2% – Sull’onda dei V Day 9,0% – Invitato da amici 7,0% – Mi sono auto attivato 4,0% – Altro 8,1% – Non risponde 2,0%

4)      HAI FATTO PRECEDENTI ESPERIENZE POLITICHE = Si a sinistra 11,3% – Si a destra 2,7% – Si in centro 2,0% – Si in un movimento studentesco 6,9% – Si in un movimento ambientalista 9,6% – Si in un sindacato 3,1% – Si in un centro sociale 1,6% – No, mai 61,2% – Non risponde 1,6%

5)      MOTIVAZIONI CHE HANNO PORTATO AI MEETUP = C’è bisogno che la società si organizzi dal basso 70,0% – Sono stanco dei politici corrotti e incapaci 44,7% – C’è bisogno di novità nel sistema politico italiano 27,5% – Mi è parso l’unico spazio politico praticabile 23,6% – E’ un luogo di incontro e socializzazione 18,3% – Bello impegnarsi in un movimento collettivo 14,7% – Curiosità 13,1% – Gran fiducia in Beppe 11,5% – Altro 4,4%

6)      COME SI REALIZZA LA DEMOCRAZIA IN RETE = Si realizza con cittadinanza competente ed attiva 35,0% – Educando i cittadini alla rete 32,7% – Riducendo il digital/devide 15,3% – Riformando le forze politiche tradizionali 4,5% – Semplicemente con lo spontaneismo delle persone 3,8% – Grazie ad un leader come Beppe in grado di attrarre consenso 3,1% – Non risponde 5,6%

7)      GRILLO BEPPE = Il 28,9% giudica i movimenti identificati nel leader (leaderismo) come destinati a terminare con l’uscita di scena del leader stesso – il 47,3% considera il leaderismo contrario alla politica dal basso – 23,8 ritiene il leaderismo non influente

E’ pur vero che in questi anni l’innovazione, nel campo della rete e la diffusione dei social network (facebook, twitter, ecc.), hanno mutato di parecchio il quadro della maniera di fare politica in Italia, tanto che persino Bersani ha un profilo Twitter, però questi dati mi sembrano ancora probanti di un qualcosa che è ben lungi, dai contorsionismi ultimamente visti nel MoVimento. Tra questi anche il triste limbo (Pbworks) in cui si è “blindata” e rinchiusa (volutamente) la Lista Civica di Milano del M5S, dove non a caso, molti suoi membri (non tutti), si compiacciono e condividono le scelte antidemocrazia dal basso, fatte il 18 giugno a Milano dal Beppe e dal suo Staff, ed avvallate (in silenzio) dai partecipanti. Uomini (genere) che avvallavano un ruolo (qualunque esso sia) di altri uomini (senza nemmeno una donna!) in maniera “assolutamente calata dall’alto”.  Questo “Popolo di Beppe Grillo”, se è ancora un Popolo è ora che faccia (secondo me) sentire la sua voce democratica e dal basso, non per “distruggere” o “contestare”, ma per TESTIMONIARE e CONDIVIDERE  l’imponente lavoro svolto in questi anni, non per e per conto di Grillo Beppe, ma a fianco di Grillo Beppe, in maniera paritetica. Cosa che il 18 giugno non è apparsa essere stata implementata dai partecipanti a quella “tristissima” riunione.

Con il rispetto del copyright delle immagini selezionate

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il Popolo di Beppe Grillo

  1. johndekker ha detto:

    Solo Il 28,9% giudica il movimento come destinato a terminare con l’uscita di scena di Grillo;
    ma forse, sta anche studiando come evitare che accada.
    Dalle % agli altri punti, vedo che siamo tutti ben consapevoli delle difficoltà che si incontrano nell’andare avanti ma in tutti v’e’ convinzione che il movimento sia la via per giungere a risultati concreti per tutti; si può e si devono superare le difficoltà del crescere.
    Tra polemiche, battibecchi e anche qualche disillusione, stiamo tutti cercando la via affinché questa creatura cresca, ma è ormai, decisamente, la “nostra” creatura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...